NW-Ayurveda-Yoga

L’Ayurveda e lo Yoga hanno origine antica, millenni prima di Cristo. Entrambi tendono ad una visione essenzialmente preventiva e di “promozione” della salute. L’Ayurveda lavora molto più sul corpo ed è una scienza medica vera e propria riconosciuta dall’OMS mentre lo Yoga tende ad una integrazione tra corpo, mente e spirito. Una unione del microcosmo (noi) con il macrocosmo (il tutto). Gli antici vedici veneravano la Natura uniformandosi ai suoi ritmi giornalieri e stagionali.

Con il nordic walking noi entriamo in contatto con la Natura, la sua bellezza, le sue stagioni che incidono su di noi..Non è nostra intenzione addentrarci in posture (asanas) complesse o vari tipi di yoga. Il nostro obiettivo è integrare con la camminata alcuni esercizi di facile apprendimento abbinati ad una maggiore consapevolezza del respiro che è la fonte principale del nostro benessere.

Di seguito trovate delle spiegazioni per una maggiore comprensione del Massaggio Ayurvedico e del Massaggio Indiano del Viso.

  Prima di addentrarci nei benefici del massaggio ayurvedico Abyanga è necessaria una breve introduzione su l’Ayurveda.

L’Ayurveda o “Conoscenza della Vita” è il millenario sistema medico dell’antica cultura vedica indiana. Nel suo approccio alla vita, inteso come un processo di crescita e chiarificazione, la funzione primaria è quella di preservare la salute e la felicità prolungandone la durata per tutta l’esistenza dell’essere umano; si tratta perciò di una visione essenzialmente preventiva della salute e solo in un secondo momento l’Ayurveda si propone come scienza medica curativa come noi la intendiamo in Occidente. L’Ayurveda ha permeato la medicina buddista, tibetana e unani (greco-araba), influenzando e contaminando tutto l’Oriente.
Dopo l’indipendenza dell’India, l’Ayurveda, e specialmente il suo aspetto medico, si è riaffermata con vigore in molte zone del paese in diverse varianti e si sta diffondendo anche in Occidente dall’alto dei suoi 5000 anni di esperienza sulla vita e sui suoi aspetti più profondi. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha riconosciuto all’Ayurveda lo status di sistema medico omogeneo ed efficace su scala globale, al pari della medicina occidentale e della medicina tradizionale cinese.
*******************************************************************************************

Massaggio ayurvedico

I trattamenti manuali sono parte integrante della medicina indiana tradizionale. Essi vengono impiegati in molte forme, spesso complesse e difficili da riproporre in occidente, come prevenzione e cura delle malattie.
Il tipo di trattamento manuale ayurvedico più facilmente proponibile nel nostro contesto culturale è l’Abyanga, il massaggio del corpo con oli.
I benefici:
- fortifica il corpo (Pushti Kar): l’aumento della circolazione dei fluidi vitali e l’eliminazione delle tossine consentono un migliore nutrimento dei tessuti fortificandoli;
- allontana la vecchiaia (Jarahar): migliorando la circolazione, fornisce nutrimento ai sette tessuti e riduce l’accumulo di tossine. Inoltre, grazie all’assorbimento  dei principi attivi degli oli si mantiene e si migliora l’equilibrio elettrochimico;
- migliora il sonno: il massaggio di testa e piedi acquieta la mente;
- migliora la vista: molti problemi agli occhi sono causati da eccessivo fuoco interno (pitta) dovuto a stress, rabbia e tensione che con il massaggio viene riequilibrato;
- rafforza la pelle e migliora la carnagione: il massaggio rende la pelle più forte e sana, morbida e luminosa;
- aumenta le difese immunitarie: favorisce la circolazione ormonale e vitale;
- toglie la fatica: perché è utile sia nella fatica fisica sia in quella  mentale;
- aiuta ad affrontare la disarmonia e lo stress: perché riequilibra il sistema nervoso con l’eliminazione  delle tossine.
I benefici sono globali e graduali, non tutti facilmente percepibili dopo un singolo trattamento perché legati essenzialmente al miglioramento della circolazione dei fluidi vitali e al rilassamento del sistema nervoso. Ciò che si può percepire immediatamente è una condizione generale di benessere (rilassamento e tonicità) e di leggerezza.
Per concludere, si ribadisce che il massaggio ayurvedico è un trattamento energetico generale i cui effetti dipendono dalle condizioni di squilibrio esistenti, con eccellenti caratteristiche di prevenzione.

MASSAGGIO INDIANO DEL VISO

 Più che di massaggio dovremmo parlare di Terapia Tattile. Si concentra su viso, testa e collo, lavora soprattutto sui piani sottili cioè a livello psichico. E’ terapeutico perché sono interessati maggiormente il sistema nervoso e il sistema endocrino. E’ altresì terapeutico anche per tutto il resto del corpo, perché nelle orecchie al pari dei piedi e delle mani sono presenti i punti riflessi degli organi corporei i quali, attraverso la stimolazione, beneficiano di un notevole miglioramento delle loro funzioni. Dona lucentezza e vigore alla pelle del viso rendendola più forte e sana, morbida e luminosa.
Può essere di aiuto per prendere contatto con il terapeuta poiché meno “invasivo” del massaggio completo su tutto il corpo (Massaggio Ayurvedico).

I commenti sono chiusi.